Thursday, April 14, 2005

le triglie e una trote


allora, non sempre è facile scrivere niente.
cioè mi spiego:
finora di che cosa ho parlato in questo mio spazio?
di nulla.....ora non è importante star li a disquisire se ne ho parlato bene o male, fatto stà che gli argomenti trattati dubito abbiano reso migliore la vita di qualcuno.
d'altro canto dubito che qualcuno di voi si aspettasse da me questo, voglio dire: è gratis uno lo legge e poi se ne va tranquillo a mangiarsi la pasta con le vonogole...... ( Scaldate 1 dl di acqua e, quando bolle, gettatevi un pugno di sale grosso. Lasciate bollire finché il sale sarà sciolto. Preparate 3 L di acqua fredda e diluitevi la soluzione di sale. Immergete le vongole e lasciatele riposare per circa 3 ore in modo che eliminino la sabbia contenuta nelle valvole. Prelevate le vongole dall’acqua e trasferitele in una padella. Scaldatele a fuoco vivo finché si saranno tutte aperte, togliendo man mano quelle già aperte per lasciar spazio alle altre. Togliete i molluschi dalle valve e radunateli in una ciotolina. Se vi piace, potete lasciare alcune vongole intere. Ricordatevi sempre di scartare quelle che non si sono aperte. Versate sui molluschi il liquido contenuto nella padella, filtrandolo attraverso un colino a trama fitta che tratterrà l’eventuale sabbia rimasta sul fondo. Lessate la pasta in abbondante acqua salata mentre preparate il sugo, tenendo conto che per ultimare il sugo occorrono circa 3 o 4 minuti. Scaldate l’olio in una padella e fatevi soffriggere gli spicchi d’aglio sbucciati e leggermente schiacciati. Quando l’aglio è dorato, scartatelo. Se preferite, potete sminuzzare l’aglio e lasciarlo nel sugo: non fatelo dorare troppo poiché diventerebbe amarognolo. Gettate i molluschi nella padella con la loro acqua e lasciate cuocere a fuoco vivo per un paio di minuti. Salate leggermente e unite alla fine il prezzemolo tritato. Condite la pasta scolata al dente e aggiungete un po’di pepe nero macinato al momento.)
.....e quindi si diceva uno si mangia la pasta, ha letto il post e a posteriori non si sente meglio, ma sicuramente nemmeno si sente peggio......è ragionato?
Comunque scrivere del nulla può sembrare facile come del resto ho ampliamente dimostrato, ma in realtà non lo è.
Sfido qualcuno di voi a scrivere delle cose interessanti sul nulla!
Cioè uno può lasciare dello spazio vuoto....








e non c'è scritto nulla, ma non è che c'è scritto del nulla.
Quindi già lo scrivere del nulla è scrivere di qualcosa.....................allora per riprendere quello che ho scritto all'inizio io non ho mai parlato del nulla ma sempre di qualcosa, che magari non vuol dire nulla ma sempre qualcosa è (e via e via......)
guindi apparte la pasta con le vongole ( Scaldate 1 dl di acqua e, quando bolle, gettatevi......nono, stò scherzando. ) e gli spazi vuoti, dopo questa raffazzonata quanto breve digressione sul nulla siamo giunti alla conclusione che nessuno è in grado di scrivere nulla scrivendo qualcosa........
per cui adesso che avete letto anche questo interessantissimo e raffazzonatissimo post, state uguali ma potete andare tranquillamente a mangiarvi la pasta con le vongole (Scaldate 1 dl di acqua e quando bolle, BASTA!)

buon appetito........

4 Comments:

At 9:18 AM, Blogger Fabio Franconeri said...

Ciao,
sono Fabio F.
e anch'io leggo "http://www.sorpresa-sei-morto.blogspot.com
!!

 
At 10:26 AM, Blogger bluesexplosion said...

arttcsia muicote lpineaeln

 
At 9:58 AM, Anonymous Anonymous said...

La tua ricetta e' entrata nella Cheroch

 
At 1:45 PM, Blogger BuckyCat said...

perdonami ma non so cosa sia Cheroch

 

Post a Comment

<< Home